"Questo paesaggio di laghi e di monti è il più bello che abbia visto in Italia..."
(Stendhal, di passaggio nella zona di Varese, 1811).

Se si volge lo sguardo oltre il muro che costeggia via Campigli, nel cuore di Varese, si può solo intuire, ma non immaginare tanta bellezza, protetta da ogni rumore ed esposta a sud con vista sul lago. Entrati nel parco della Villa, ci si trova di fronte ad un vero spettacolo della natura: pini marittimi, per nulla intimoriti dalle latitudini padane, che s'inerpicano maestosi sulla piccola collina, palme rigogliose e splendenti come se ne trovano solo nelle oasi sahariane, e ancora rododendri, azalee, aceri, cedri e imponenti conifere. All'interno del parco, si intravede un angolo compatto e discreto, defilato rispetto alla magnificenza di ciò che lo circonda. E' un giardino giapponese, studiato, progettato e realizzato con materiali originali da un docente universitario, chiamato appositamente dal paese del Sol Levante: sei mesi di studio e due mesi per la realizzazione, con l'apporto di artigiani provenienti dal Giappone. Una vera delizia, che ha richiamato anche quattro delle principali reti televisive nipponiche.

Villa Paradeisos infatti ha avuto una prima casuale visita da una famosa televisione giapponese che ne è rimasta talmente affascinata che un altro primario broadcaster ha scelto di girare un film sulla vita dei suoi proprietari. E così dal Giappone hanno preso ad arrivare troupe televisive per girare servizi che l’hanno resa ancora più popolare a diecimila chilometri di distanza. Del resto la prima volta che la villa ha aperto al pubblico ci si aspettava non più di duecento visitatori e ne sono giunti oltre duemila.

About2
La piscina
gli spazi15

La storia di Villa Paradeisos

Villa Paradeisos e il suo parco si trovano in uno dei luoghi più belli e centrali di Varese, su un lieve declivio del Colle Campigli esposto a mezzogiorno, con la vista del Lago di Varese e di tutta la catena delle Alpi, dal Monviso al Monte Rosa.

Il parco di 2.5 ettari è stato accudito con continuità dal Settecento, quando la proprietà era già stata censita nelle mappe teresiane. Sono state sin d'allora preservate con cura estrema le fioriture meravigliose tutto l’anno, le imponenti conifere, le sequoie, i cedri dell’Himalaya; le azalee, i rododendri e le palme diffuse ovunque; i preziosi roseti, i cipressi, le betulle, le querce, i ginko distribuiti con grazia e perizia nei luoghi più suggestivi; le essenze esotiche rare e provenienti da tutto il mondo. Il Parco è ornato da numerose statue d'epoca, da un teatrino in pietra, contiene alcuni monumenti arborei e consente una vista spettacolosa sul lago e le Alpi.
Il giardino è il cuore e la parte più spettacolosa della proprietà, donde il nome: Paradeisos infatti, dalla radice sanscrita, significa Giardino = Eden.

L'assetto originale della Villa risale a metà '800, su un impianto settecentesco. E' stata costruita più volte, la penultima nel 1929 a cura di uno dei maggiori imprenditori milanesi-varesini, che ne ha definito la struttura esterna tuttora esistente. Di quell'epoca si ritrovano divertenti affreschi anni '20 e lo stile Art Decò, come ad esempio nel "Chiosco", situato in mezzo al grande parco, e utilizzato in passato come spogliatoio, decorato da gustosi affreschi degli anni '20 di un famoso pittore milanese.

Nel 1990 è stata trasformata negli interni, dove i nuovi proprietari italo-giapponesi vi hanno trasferito parti intere di nobili dimore francesi, inglesi e giapponesi, con arredi preziosi, una importantissima biblioteca di libri antichi e rari, arazzi e arredi acquisiti dal mercato antiquario più qualificato, soprattutto in Francia, UK e Giappone.

L’aggiunta più importante e distintiva è stata un giardino giapponese, progettato da uno dei grandi maestri nipponici e realizzata da una squadra di artigiani che per la prima volta ha lasciato il Giappone, lavorando qui con attrezzi, materiali, sculture e piante nipponici. Il risultato è un’opera d’arte, unica in Italia, sfondo ideale per eventi che ambiscano a restare impressi nel cuore di chi ha la fortuna di parteciparvi.

Potendo godere di una geolocalizzazione ottimale – a mezz'ora dall'aeroporto di Malpensa e poco più da Milano e da Lugano – in un territorio ricco di attrazioni paesaggistiche e con spiccata vocazione industriale, il potenziale è non ipotizzato, ma riconosciuto e dimostrato dai fatti. Insieme a partner di eccellenza e alla sintonia con le istituzioni locali, la Villa è già stata scelta da numerose coppie per celebrare il loro matrimonio, da prestigiosi marchi e personalità del mondo della moda per i propri photoshooting, da importanti aziende ed istituzioni, quali ad esempio Louis Vuitton, Lindt, Guess, Cattelan, Unione degli Industriali, la Società Opera di Tokyo.

Scopri la villa
Esplora gli spazi della villa disponibili per gli eventi o scopri cosa dicono di noi!

Open chat
1
Ciao! Posso aiutarti?
Ciao! Posso aiutarti?